Chi  è il R.S.P.P. ?

Il RSPP è il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione.

Il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione è una persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali definiti dalla normativa vigente, designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori.

 

E' obbligatorio avere un RSPP?

Sì, il RSPP è obbligatorio in tutte le aziende in cui si applica il D.Lgs. 81/08 (testo unico per la salute e sicurezza sul lavoro che ha sostituito il D.Lgs. 626/94). Tale obbligo vale ad esempio anche in un’attività con solo due soci lavoratori, perché ogni socio è da considerarsi il datore di lavoro dell’altro. La nomina del RSPP è un obbligo NON delegabile a carico del datore di lavoro.

 

Chi può svolgere il ruolo di RSPP?

Il datore di lavoro (DL) nei vari casi previsti dalla normativa può svolgere in proprio il ruolo di RSPP oppure  nominare un RSPP suo dipendente oppure nominare un RSPP esterno.

 

Quando il RSPP deve essere interno all’azienda ?

Il RSPP deve essere svolto esclusivamente da un dipendente interno (nominato dal datore di lavoro) in:

- aziende industriali di cui all'articolo 1 del D.Lgs. 334/99 e s.m.i., soggette a obbligo di dichiarazione o notifica;

- centrali termoelettriche, negli impianti ed i laboratori nucleari;

- aziende estrattive ed altre attività minerarie;

- aziende per la fabbricazione ed il deposito separato di esplosivi, polveri e munizioni;

- strutture di ricovero e cura sia pubbliche sia private.

 

Quando il datore di lavoro può svolgere direttamente i compiti di RSPP ?

Il datore di lavoro può svolgere in proprio il ruolo di RSPP nelle aziende:

  1. artigiane e industriali fino a trenta addetti;
  2. agricole e zootecniche fino a dieci addetti;
  3. della pesca fino a venti addetti;
  4. altre aziende fino a duecento addetti.

Per svolgere tale ruolo in RSPP deve frequentare un apposito corso.

 

Il RSPP può essere esterno ? Se esterno quali caratteristiche deve avere ?

Il ruolo di RSPP può essere demandato a consulente esterno all'azienda (salvo nei casi suddetti in cui deve essere nominato un dipendente interno), purché il consulente sia in possesso dell’idoneità prevista dal D.Lgs. 195/03 e sia in regola con gli obblighi di specifica formazione e di aggiornamento.

 

COME FARE ?

CONTATTATECI per la consulenza in materia di R.S.P.P. e degli obblighi ad esso correlati

UAI Firenze - Unione Artigiani Italiani e delle Piccole e Medie Imprese della provincia di Firenze  tramite convenzionati come Polisoluzioni srl (azienda certificata ISO 9001:2008 per la Progettazione ed erogazione di Servizi di Consulenza tecnica e di Corsi di Formazione) è a disposizione per offrire alle aziende aderenti alla nostra Associazione di Categoria, tutti i servizi di assistenza, consulenza e formazione con approccio integrato (assunzione del ruolo di RSPP esterno; elaborazione del Documento di Valutazione dei Rischi; valutazione di rischi specifici come: stress lavoro-correlato, rumore, vibrazioni, chimico, radiazioni, ecc....; informazione, formazione e addestramento, sorveglianza sanitaria, ecc...)